Beato Timoteo Giaccardo

Primo sacerdote paolino, fedelissimo tra i fedeli

Nasce a Narzole (Cuneo) il 13 giugno 1896, primogenito dei sei figli. Battezzato lo stesso giorno riceve i nomi di Giuseppe, Domenico, Vincenzo e Antonio. A 12 anni incontra don Giacomo Alberione e con il suo aiuto, anche economico, nel 1908 entra in seminario ad Alba. Sensibile ai nuovi bisogni dei tempi e aperto ai nuovi mezzi pastorali di evangelizzazione, nel 1917 passa nella nascente Società San Paolo. Viene ordinato sacerdote il 19 ottobre 1919. A gennaio del 1926, con un gruppo di giovani, è inviato come pioniere a Roma per dare inizio alla prima casa filiale della Congregazione. Collaboratore fedelissimo del Fondatore, si prodiga per le Congregazioni paoline che segue nel loro nascere, le avvia a una profonda vita interiore e ai rispettivi moderni apostolati. Offre la sua vita per la Famiglia Paolina che nel 1946 vede minacciata alla radice con l’annunciata soppressione della Congregazione delle Pie Discepole del Divin Maestro. Muore il 24 gennaio 1948, allora commemorazione di san Timoteo, consumato dalla leucemia. Fu beatificato il 22 ottobre 1989 da Giovanni Paolo II. I suoi resti mortali sono stati trasferiti dal Santuario di Maria Regina degli Apostoli, a Roma, al Tempio di San Paolo di Alba.