Alcune sue frasi

Consacrazione totale. «Mio Dio, io mi sono venduto a Voi; Voi mi avete comprato; avete posto sopra di me il vostro suggello. Ora non sono più mio; ormai sono tutto vostro. Io non vivrò più per me, per la mia ambizione, per le mie passioni; io vivrò solamente per Voi nella perfetta soggezione al vostro divin beneplacito per tutti i giorni della mia vita» (alla vigilia della sua ordinazione sacerdotale).

 

Santa Vergine Maria. «Oh se tutti vi conoscessero! Oh quanto volentieri io parlo di voi! Quanto desidero parlare di voi per infiammare in qualunque maniera della vostra devozione i cuori specialmente dei giovani! So che la mia parola non ha attrattive naturali, ma io desidererei che ne avessi molte per farvi amare di più. So che il mio cuore è ancora troppo freddo verso di voi, per poter infiammare gli altri, ma io desidero che sia ardentissimo».

«Onorerò con particolarissima devozione la cara mia Madre Maria Santissima facendo ogni giorno qualcosa in suo onore».

«Mamma mia, io ho bisogno di una infinità di grazie da voi… Come fare a domandarvele tutte? Prenderò in mano la mia corona e reciterò il Rosario con devozione».

 

Sacra Famiglia. «San Giuseppe, voi siete mio padre; Maria Santissima, siete mia madre; Gesù, siete mio fratello. Siete voi che mi avete invitato ad entrare nella vostra famiglia, e mi avete detto che da tanto tempo desideravate prendermi sotto la vostra speciale protezione».

 

Desiderio di virtù. «Desidero, Signore... servirvi con umiltà, amore e purità per tutto il tempo della mia vita... Pregherò ogni giorno il Signore a non voler mai permettere che io abbia a perdere la sua grazia, e a farmi morire piuttosto che lasciarmi cadere in peccato mortale».

«Oh quanto hai bisogno di umiltà! L’umiltà è l’unico mezzo della tua felicità. Dacché ho poco, che almeno riconosca quale sono. Se io sarò umile farò molto bene, ma se sarò superbo avvelenerò tutto il bene che mai potessi fare».

«Quanto alla superbia essa non cesserà di molestarci in qualche maniera, e per tutta la vita contro di essa dovremo combattere, ma la grazia di Dio può tutto... Lungo il giorno devi ripetere a Dio nel tuo cuore la tua necessità, domandando per intercessione di Maria Santissima l’umiltà...».

 «Sarò sommamente sollecito di rigettare assolutamente, subito, sempre, sul primo apparire, ogni pensiero che potesse offendere minimamente la virtù della castità sacerdotale; schiverò le occasioni, mortificherò i miei sensi, specialmente gli occhi...».

«Bisogna abituarsi a vivere poveramente, contentarsi del poco, del puro necessario, fuggendo la superficialità».

                                             

Sacerdozio. «I sacerdoti non solo devono essere morti a tutto, ma bisogna che siano nascosti agli occhi del mondo, in modo che non vengano affatto da esso onorati: e ciò deve formare la loro somma felicità».

«È un grave errore per il sacerdote arricchirsi… Che controsenso sarebbe per il sacerdote che serve il Signore e vive dell’altare, lasciare poi le cose ai nipoti!».

«Tutti quelli che hanno il Battesimo debbono essere in buona relazione col parroco».

 

Apostolato. «O Signore, datemi la grazia di far del bene a Voi nella persona di coloro che mi avete posto attorno».

«Se vogliamo che le nostre parole arrivino al cuore, devono partire dal cuore».

«Affine di poter fare bene ogni azione, penserò che, in quel momento, niente altro ho da fare, niente altro Gesù Cristo desidera da me, come se, in quel momento, null’altro mi incombesse che quell’azione, e mi figurerò come la farebbe Gesù Cristo e procurerò di fare come la farebbe lui: oppure penserò come fossi venuto al mondo per fare quell’azione sola».