Alcune sue frasi

«Ho cercato di conservarmi sempre buo­no: ora, per lavorare solo per il Signore e far­mi più buono, desidero farmi religioso nel­la Società San Paolo».                                        

  • «L’obbedienza fu il segreto della mia vita!».
  • «Non credevo fosse così facile farsi santo».
  • «Ho solo una cosa che mi addolora molto: è il fatto che alcuni non sono fedeli alla loro vocazione».

«Se non siamo solleciti a impiegare bene il tempo, viene il demonio, se lo ruba lui e, tra l’altro, manchiamo pure di povertà... Scusami, sai, ma i Superiori bisogna ascoltarli e amarli, perché sono i veri rap­presentanti di Dio. E bisogna pregare per lo­ro. Se si è con i Superiori, si è sicuri di fa­re la volontà di Dio... Sì, il lavoro che stiamo facendo (in car­tiera) è un po’ pesante, ma ogni badilata di pasta che solleviamo è un foglio di carta su cui verrà stampata la Parola di Dio e portata alle anime».

Sul letto di morte: «Mi aiuti a morire da santo. Non ho coscienza di aver perduto tempo nella mia vita. Rinnovo l’offerta della mia vita per la fedeltà di tutti i chiamati».